Alessandro Benetton, la strada verso la vittoria con Benetton Formula

Ascolta con webReader

Benetton Formula, guidata nel decennio 1988-1998 da Alessandro Benetton, ha messo a segno la conquista del titolo iridiato nella categoria costruttori e piloti nel biennio 1994-1995.

Alessandro Benetton

Alessandro Benetton e Benetton Formula, dagli esordi alla conquista dei titoli mondiali

Quando nel 1988 Alessandro Benetton assume la guida di Benetton Formula non sono molti a scommettere sul futuro della scuderia trevigiana, entrata nel Circus inizialmente come semplice sponsor. Gli esordi certo non sono dei più facili, vista la concorrenza agguerrita e l’esperienza pregressa accumulata dalle case automobilistiche storiche come Ferrari e Mclaren. Eppure, nello stesso anno in cui Alessandro Benetton sale ai vertici di Benetton Formula, la squadra riesce a conquistare il terzo posto nel campionato costruttori, subito dietro alle spalle delle Rosse e delle imprendibili Mclaren-Honda. Tra il 1989 e il 1991 l’ingresso di personaggi del calibro di Flavio Briatore e l’ingegnere Ross Brawn pone le basi per un ulteriore salto di qualità. Nel frattempo un giovane pilota tedesco si è fatto strada, mostrando tutto il suo talento da esordiente con la Jordan: il suo nome è Michael Schumacher. Chiamato a sostituire l’italiano Roberto Moreno, la nuova guida agguanta la sua prima vittoria nel circuito di SPA, Belgio, nel 1992. Alessandro Benetton già allora non aveva dubbi sulle sue capacità, come ha ricordato a più di venti anni di distanza: “Michael non l’ho scelto io, o Briatore. Si è scelto da solo”. La fortuna, sottolinea l’imprenditore trevigiano fondatore di 21 Investimenti, “È il momento in cui il talento incontra l’occasione”. L’occasione per Schumacher arriva nel 1994, quando nonostante un gap di diverse decine di cavalli rispetto alle rivali Williams, conquista il primo titolo piloti nella storia di Benetton Formula. Aiutato anche da una vettura che si dimostra superiore in termini di efficienza aereodinamica, nel 1995 replica e domina l’intero campionato, tanto da vincere insieme al pilota inglese e compagno di squadra Johnny Herbert anche il titolo costruttori.

Alessandro Benetton, esperienze professionali

Presidente della Fondazione Cortina 2021, Alessandro Benetton è un manager e imprenditore originario di Treviso. Attivo nel CdA di Edizione S.r.l. ed Autogrill S.p.A., fonda nel 1992 la società specializzata in private equity, 21 Investimenti, di cui è Presidente. Classe 1964, studia negli Stati Uniti dove consegue la Laurea in Business Administration nel 1987 presso l’Università di Boston e il Master in Business Administration nel 1991 presso la Harvard Business School. Nel 1988 entra nella scuderia Benetton Formula 1, di proprietà dell’azienda di famiglia e per la quale assume l’incarico, per oltre un decennio, di Presidente. Analista nel ramo finanziario dell’Equity Offering e di M&A, Alessandro Benetton alla fine degli anni ’80 collabora con Goldman Sachs International nel dipartimento di Global Finance. Eletto Presidente di Benetton Group dal CdA, ha guidato il processo di rinnovamento dell’azienda trevigiana dal 2012 al 2014. Componente dell’Advisory Committee di Robert Bosch International Beteiligungen AG di Zurigo, dal 2002, ha ricevuto nel corso della propria carriera diversi riconoscimenti: in aggiunta al Premio EY Imprenditore dell’Anno, 2011, al Premio Vittorio De Sica, 2014, e al Premio America della Fondazione Italia USA (2016) è stato insignito dal Presidente della Repubblica dell’onorificenza di Cavaliere del Lavoro (2010). Il Centro di Ricerca Imprenditorialità e Imprenditori dell’Università Bocconi nel 2008 lo ha inserito tra gli “Imprenditori per l’Italia nel mondo”.

agencyabweb