Corsi per ricostruzione unghie: la formazione per apprendere come ricostruire le unghie

Ascolta con webReader

I corsi per la ricostruzione unghie sono rivolti a tutti coloro che vogliono imparare tutte le tecniche per la ricostruzione unghie, senza limiti di età o sesso. I corsi partono dal livello base, in cui viene approfondito tutto quello che c’è da sapere su quali sono e a cosa servono i materiali e le attrezzature da utilizzare e viene studiata l’autonomia e la struttura dell’unghia. Durante il corso vengono svolte diverse esercitazioni su dei supporti plastici. Insieme ai corsi di formazione trucco permanente e semipermanente, sono una delle mode degli ultimi anni. Alla fine del corso deve essere svolta, dal corsista, una prova finale, dove metterà in pratica tutto quello che ha imparato durante il corso. A prova finita, viene rilasciato un attestato di partecipazione.

Che cos’è la ricostruzione unghie?

La ricostruzione unghie è una tecnica estetica che serve a ricostruire o ad allungare le unghie che sono troppo corte per effettuare una bella manicure o che magari sono danneggiate dall’onicofagia. Grazie ai prodotti sempre più innovativi, la ricostruzione unghie, è adatta anche a chi ha unghie fragili ed indebolite o che si sfaldano, poiché la cheratina contenuta all’interno del gel serve proprio a renderle più forti. Un altro vantaggio della ricostruzione è quelle di avere unghie perfette per un mese, senza dover combattere con smalti sbeccati ed unghie che si spezzano. Le tecniche per ricostruire le unghie sono quella in gel e quella in acrilico, ecco nello specifico in cosa consistono.

Ricostruzione unghie in gel

Per eseguire una ricostruzione unghie in gel servono:
– un buffer;
– diverse lime;
– un cleaner;
– un primer;
– gel monofasico o trifasico;
– gel color;
– un solvente;
– bastoncini in legno d’arancio;
– lampada uv o led.

Il primo passaggio da effettuare prima di ogni manicure in generale è quello di disinfettare mani ed unghie con un gel apposito, per evitare la proliferazione di batteri che possono portare alla comparsa di funghi, muffe, ecc.

Dopo aver disinfettato con cura le mani si comincia con la manicure vera e propria, ovvero, rimuovere eventuale smalto precedente, limare le unghie della lunghezza desiderata e spingere indietro le cuticole con i bastoncini in legno d’arancio. Questo tipo di bastoncini sono l’ideale da utilizzare, poiché il legno d’arancio possiede proprietà antisettiche naturali. Se le cuticole dovessero risultare troppo dure, si possono ammorbidire con degli oli o dei gel appositi per la ricostruzione, che aiutano ad ammorbidirle. Attenzione a non utilizzare oli che non sono adatti alla ricostruzione, perché potrebbero compromettere il lavoro.

Adesso è arrivato il momento di sgrassare le unghie. Questo procedimento serve a preparare la superficie delle unghie. Per sgrassare le unghie si passa il buffer, una sorta di mattoncino, dalla grana molto sottile. Molto importante in questa fase è fare delle passate molto leggere per evitare di traumatizzare o rendere troppo sottili le unghie. Dopo questo passaggio le unghie risulteranno opache.

Dopo aver sgrassato con il buffer, l’unghia va pulita con il cleaner, un particolare liquido che aiuta a rimuovere eventuali residui sulle unghie. Dopodiché si passa il primer, che serve a migliorare l’adesione del gel UV sulle unghie. Il primer asciuga all’aria in circa 30 secondi.

A questo punto bisogna scegliere come allungare l’unghia se con le tip o con le cartine. Una volta scelto il metodo bisogna tagliarle della lunghezza desiderata e stendere sopra il gel. Dopo aver applicato il gel, questo va fatto asciugare in lampada. Dopodiché si procede con la bombatura e la famosa curvatura a c.

L’ultimo passaggio è quello di stendere il gel color e decorare le unghie come meglio si preferisce e passarci sopra il gel finish. Ogni passaggio con il gel va fatto asciugare accuratamente in lampada.

Ricostruzione unghie in acrilico

La ricostruzione unghie in acrilico è una tecnica abbastanza antica. Come riporta il sito http://www.valentinatecchio.it, l’acrilico è una polverina che va mischiata insieme ad un liquido (monomero), creando cosi una sostanza molto malleabile. Questa sostanza serve a ricostruire l’unghia e a differenza del gel non ha bisogno di lampade, ma indurisce all’aria. La ricostruzione in acrilico è adatta anche a chi ha unghie molto rovinata e dona un risultato molto più naturale rispetto al gel.

thedoct