F2i acquisisce 334 MW di parchi fotovoltaici da Terra Firma e diviene, con oltre 800 MW di capacità installata, il terzo principale produttore europeo nel comparto

Ascolta con webReader

F2i sottoscrive accordo con Terra Firma

F2i

Milano, 26 luglio 2018. F2i, per conto del suo Terzo Fondo, ha sottoscritto in data odierna un accordo con Terra Firma, fondo di private equity di diritto inglese, per l’acquisto di RTR, Società che possiede 134 siti italiani di produzione di energia elettrica da fonte fotovoltaica, con capacità installata pari complessivamente a 334 MW.

"Con la scala produttiva complessivamente raggiunta grazie a questa acquisizione, F2i diviene così il terzo più grande produttore di energia elettrica da fonte solare in Europa. Le rilevanti efficienze operative e finanziarie, che potranno essere conseguite grazie alla scala produttiva raggiunta, ne faranno anche uno dei più efficienti a livello continentale", ha affermato Renato Ravanelli, CEO di F2i.

F2i prevede infatti che entro la fine del 2018, tutti gli asset fotovoltaici detenuti dal Fondo (389 MW) vengano conferiti in EF Solare Italia che diverrà così uno dei principali operatori europei con oltre 800 MW di capacità installata.

EF Solare è già il principale operatore italiano del comparto ed è detenuto al 50% dal Terzo Fondo. Nelle scorse settimane, F2i ha manifestato il proprio interesse a rilevare il rimanente 50% della società attualmente detenuto da Enel.

"F2i conferma anche in questo comparto, prosegue l’Amministratore Delegato del Fondo, la propria capacità di promuovere l’aggregazione di operatori attivi in settori in cui la scala produttiva è fattore rilevante per conseguire efficienze produttive. Si pensi, a solo titolo di esempio, a quanto già fatto da F2i nel settore eolico o in quello della distribuzione del gas o anche al progetto in corso di creare il principale operatore italiani nel comparto del recupero energetico da scarti vegetali".

Ingmar Wilhem, CEO di RTR, ha dichiarato: "Terra Firma ha costruito RTR da zero, usando la propria esperienza manageriale e operativa per gestire la crescita attraverso acquisizioni selettive. Ora è il momento giusto per affidarla ad una nuova proprietà: un investitore di lungo termine. Questo è un momento importante per il settore dell’energia solare in Italia ed in Europa, ed il nuovo proprietario possiede già una grande piattaforma per consentire il consolidamento e la crescita futura".

Il perfezionamento del contratto di acquisizione degli impianti di Terra Firma è subordinato alla approvazione da parte dell’Autorità Antitrust.

Advisor finanziari di F2i sono Barclays, Intesa Sanpaolo e SocGen. Le banche finanziatrici sono BNP, Calyon, ING, Intesa Sanpaolo, SocGen e UBI.

Hanno inoltre agito in qualità di consulenti di F2i l’advisor fiscale e legale Legance, contabile Deloitte, assicurativo Willis Tower Watson e tecnico EOS.

(*) F2i, acronimo di Fondi italiani per le infrastrutture, è una SGR (Società di Gestione del Risparmio) costituita nel 2007 e guidata dall’Amministratore Delegato, Renato Ravanelli. F2i è il più grande Fondo infrastrutturale operante in Italia e tra i maggiori in Europa. Il Secondo Fondo e il Terzo Fondo F2i hanno sinora raccolto sottoscrizioni per un ammontare complessivo pari a circa 4,7 miliardi di euro, per oltre il 60% già investiti in diversi comparti delle infrastrutture nazionali (aeroporti, autostrade, distribuzione del gas, servizi idrici, energie rinnovabili, telecomunicazioni, reti logiche, sanità).

articolinews