Gli incarichi ricoperti da Carlo Malinconico nella Pubblica Amministrazione

Ascolta con webReader

Docente di un corso integrativo di diritto costituzionale nell’Università degli Studi di Salerno, dopo le Università di Udine e Roma-Tor Vergata, Carlo Malinconico è stato in passato giudice ed è attualmente titolaredell’omonimo studio legale.

Carlo Malinconico, professore e avvocato

Carlo Malinconico, dagli studi all’esperienza nell’avvocatura

Originario di Roma, Carlo Malinconico, trasferitosi a Trieste e successivamente nel capoluogo lombardo, si laurea in Giurisprudenza nel 1972 presso l’Università Statale di Milano, con una tesi in diritto penale. Conclusa la leva militare, durante la quale è stato allievo ufficiale e poi sottotenente di complemento, e vinto il concorso a Procuratore dello Stato inizia la propria carriera nell’Avvocatura dello Stato nel 1976; nello stesso anno consegue l’abilitazione alla professione di procuratore legale ed è nominato Uditore Giudiziario. Dal 1980 al 1985 Avvocato dello Stato, Carlo Malinconico svolge durante questo quinquennio funzioni di consulenza e difesa legale per la Regione e lo Stato in cause amministrative, penali e civili. Rappresentante dello Stato in importanti processi, come quello dell’assassinio di Walter Tobagi, giornalista, nel 1984 si è distinto nel concorso pubblico a Consigliere di Stato, primo della graduatoria. Ricoprirà questo incarico dal 1985 al 2002, anno quest’ultimo in cui lascia la magistratura. Nel 2003 fonda infatti lo studio legale che porta il suo nome, vincitore nel 2016 del prestigioso Premio Le Fonti quale boutique di eccellenza nel campo del diritto amministrativo, mentre nel contempo dà avvio alla carriera come professore universitario.

Le esperienze di Carlo Malinconico come professore e gli incarichi nei dicasteri

Lasciato il Consiglio di Stato, Carlo Malinconico entra dapprima nel ruolo di professore ordinario della Scuola superiore dell’economia e delle finanze, SEEF, come docente di Diritto dell’Unione Europea. Dal novembre del 2002 all’ottobre del 2005 insegna nella facoltà di Giurisprudenza dell’Università degli Studi di Udine. Successivamente, dal dicembre del 2005 all’ottobre del 2011, passa all’Università di Roma Tor Vergata, attivo sempre nella facoltà di giurisprudenza. Oggi professore di un corso integrativo di diritto costituzionale all’Università degli Studi di Salerno, Carlo Malinconico ha ricoperto nel corso della sua carriera importanti incarichi in ambito istituzionale e della pubblica amministrazione. Capo dell’Ufficio legislativo del Ministero delle Partecipazioni Statali e del Ministero del Tesoro nonché Capo del Dipartimento degli affari giuridici e legislativi della Presidenza del Consiglio dei Ministri, è stato Direttore generale dell’Autorità dell’energia elettrica e del gas, Segretario generale e poi, nel governo Monti, Sottosegretario di Stato alla Presidenza del Consiglio dei Ministri. Importante anche la sua attività nei rapporti con la Commissione Europea nel ruolo di Presidente della Commissione per il recepimento delle direttive comunitarie. Nominato, nel 2005, Cavaliere di Gran Croce dell’Ordine al Merito della Repubblica Italiana, Carlo Malinconico ha ricoperto il ruolo di Presidente della Federazione Italiana Editori Giornali dal 2008 al 2011 e poi (2011) quello di Commissario straordinario della Fondazione Valore Italia.

webofficecm