Graziano Campagna, dagli studi giuridici al mondo della Finanza

Ascolta con webReader

Nato ad Ariano Irpino nel 1963 Graziano Campagna è figlio di Tecla Purcaro, che ha curato personalmente la formazione e l’educazione del figlio, e di Mario Angelo Campagna, illustre protagonista dell’attività forense italiana e stretto collaboratore dei Senatori ed Avocati Enea e Luigi Franza.
Graziano sviluppa sin da giovane età un forte senso civico, grazie anche ai valori trasmessigli dal padre, Consigliere Comunale di Ariano Irpino e portabandiera della lotta all’illegalità e agli abusi perpetrati dalla Classe Dirigente degli anni ’70 e ’80.

Dopo un’infanzia serena, nella quale ha modo di cimentarsi con la pratica di disparate discipline sportive, Graziano porta a termine gli studi classici e completa la sua formazione culturale ed accademica presso la Facoltà di Giurisprudenza. In questa sede acquisisce le competenze che si rivelano fondamentali, di lì a poco, dapprima per avviare le sue prime esperienze formative e professionali e, successivamente, per succedere al padre, nel frattempo mancato, tra i membri della Commissione Tributaria di Primo Grado di Ariano Irpino.

Dopo aver conseguito quest’incarico, Graziano vira decisamente verso un settore molto diverso, specializzandosi nel calcolo di sistemi professionali per Totocalcio e mettendosi in luce agli occhi dei dirigenti delle principali società internazionali di scommesse sportive, con alcune delle quali si avvale di una proficua collaborazione che perdura per qualche anno.

L’ingresso di Graziano Campagna in finanza

Nel 1996, con l’ingresso nel mondo della Finanza, Graziano Campagna pone un’altra pietra miliare della sua già brillante carriera professionale: le competenze maturate nell’ambito del calcolo matematico e statistico gli permettono da subito di definire i contorni di alcuni innovativi piani di investimento e di divenire, nel giro di soli due anni, una delle principali interfacce delle maggiori banche svizzere per la gestione terza dei clienti privati.

Proprio in Svizzera, nel corso del 1998, Campagna pone il baricentro della sua vita privata e lavorativa, iniziando ad operare con regolarità anche come gestore autonomo e rafforzando la sua immagine di professionista tra i più apprezzati e conosciuti del settore finanziario.
Tale risultato assume particolare rilievo soprattutto se confrontato al contemporaneo crollo che molti dei maggiori mercati azionari hanno dovuto affrontare proprio nello stesso periodo, quello di transizione tra il vecchio ed il nuovo millennio.

Un anno dopo l’ingresso nel mondo della Finanza, Graziano Campagna elabora la sua Teoria degli Archi Temporali, comprendendo che la sola elaborazione di un algoritmo di tendenza sia la chiave di volta per intuire la direzione dei Future Tax. E’ una svolta fondamentale, che determina l’introduzione di un modus operandi che diventa, in breve tempo, il principale riferimento degli operatori del settore della gestione patrimoniale.
Nel 2002 viene insignito del riconoscimento di primo gestore mondiale per quantità di contratti formalizzati sulla borsa tedesca. Si ripete anche nel 2003.

Spinto dall’esempio paterno, Graziano Campagna mostra a più riprese una particolare sensibilità verso le cause benefiche: è, infatti, tra i maggiori collaboratori delle associazioni attive nella promozione dell’adozione a distanza e nella lotta alla cecità infantile nelle comunità più povere del territorio della Sierra Leone.

ddslab