IVRI cambia volto: gli obiettivi di Vincenzo Paradiso, Direttore Generale

Ascolta con webReader

Vincenzo Paradiso, al vertice di IVRI in qualità di Direttore Generale, sostiene l’impegno della società di security nell’ambito della sostenibilità ambientale. A Milano la prima flotta di auto elettriche per le attività di sorveglianza.

Vincenzo Paradiso

Vincenzo Paradiso e l’impegno di IVRI in materia di sostenibilità

Attiva da oltre un secolo nel settore della sicurezza, IVRI è chiamata a rispondere alle sfide imposte dall’evoluzione tecnologica ed economica. Guidata dal 2014 dall’esperto manager Vincenzo Paradiso, la società è stata capace in questi anni di rinnovarsi a fondo, ampliando l’offerta dei propri servizi e adattandola alle richieste sempre più esigenti del mercato. Sforzo riconosciuto nel 2017 dal premio "Le Fonti" e testimoniato dai progetti avviati nell’ambito dell’innovazione con diverse e importanti partnership. È proprio per merito di questo impegno che la società guidata da Vincenzo Paradiso può vantare oggi una ricca proposta, inclusiva di videosorveglianza, pronto intervento su allarme collegato alla centrale, portierato e vigilanza. A ciò si aggiunge la filosofia green, grazie alla quale l’azienda ha archiviato un importante primato sul fronte della sostenibilità ambientale: in tal senso IVRI è diventata infatti il primo istituto di vigilanza in Italia a dotarsi di una flotta di auto elettriche, utilizzate prevalentemente a Milano.

Il profilo professionale di Vincenzo Paradiso

Nato e cresciuto in Sicilia, Vincenzo Paradiso è un dirigente oggi in carica presso IVRI nel ruolo di Direttore Generale, nonché Presidente del Consiglio di Amministrazione di Re.crew S.r.l. e Membro del CdA di MondialBrokers Insurance Services. Laureato in Filosofia, ha accompagnato al proprio percorso professionale un costante aggiornamento delle competenze in ambito manageriale. È in quest’ottica che si inserisce il conseguimento di diversi master, tra i quali spiccano quelli in "Specialisti nel settore delle nuove tecnologie" (Elea/Olivetti), "Tecniche Dirigenziali nelle PA" (Cerisdi di Palermo) e "Diritto e Gestione della Documentazione Amministrativa, della Scuola Superiore di Amministrazione Pubblica e degli Enti Locali" (Ceida, Roma). Il primo incarico dirigenziale lo vede attivo presso il Cerisdi di Palermo come Direttore Generale: in seguito Vincenzo Paradiso passa dapprima in SchlumbergerSema, Responsabile Commerciale della Pubblica Amministrazione per la Regione Sicilia tra il 1999 e il 2002, per poi entrare in
Sviluppo Italia Sicilia S.p.A. Operativo in quest’ultima per oltre un decennio, sino al 2014, al termine di tale periodo viene nominato Direttore Generale dell’istituto di sorveglianza IVRI, società leader nel campo della sicurezza. Autore di diversi libri in materia di investimenti e internazionalizzazione, Vincenzo Paradiso si è distinto in ambito accademico: oltre all’esperienza come Docente di Cultura d’Impresa nella Facoltà di Agraria dell’Università degli Studi di Catania, è stato Responsabile della Progettazione del Sistema Informativo dell’Opera Universitaria di Palermo.

articolinews