Le sigarette elettroniche non sono dannose per le vie respiratorie

Ascolta con webReader

Le sigarette elettroniche non danneggiano le vie respiratorie. A questa conclusione è arrivato uno studio condotto dall’Università degli studi di Catania. Questi risultati sono stati commentati durante l’appuntamento della lega italiana antifumo a cui sono intervenuti ospiti, esponenti istituzionali, giornalisti, esperti e membri del Comitato Scientifico LIAF.

Lo studio ha esaminato i rischi collegati all’impiego delle sigarette elettroniche e all’esposizione ai vapori da esse emanati. Grazie al ricorso a diverse metodiche come la spirometria e la TAC del torace è stato dimostrato che i vapori delle e-cig non causano danni alle vie respiratorie nei soggetti che non fumano, ma che svapano abitualmente. Si è valutata la condizione di salute dei polmoni per un periodo molto prolungato e in particolare l’effetto delle sigarette elettroniche sugli svpatori che non avevano mai fumato sigarette tradizionali durante la loro vita.

I soggetti esaminati sono stati esposti tutti i giorni per 4 anni al vapore delle sigarette elettroniche consumando circa 3 ml di liquido al giorno. I risultati dimostrano che non sussistono mutamenti nella funzionalità respiratoria durante il periodo di osservazione. Quindi l’impiego di sigarette elettroniche di qualità non causa danni polmonari. Difatti le sigarette elettroniche permettono l’inalazione di una miscela costituita da vaporeo acqueo, aromi ed eventualmente nicotina (che determina dipendenza), che non causa danni alla salute a differenza delle sigarette tradizionali la cui combustione determina l’emanazione di innumerevoli sostanze nocive e cancerogene, come l’arsenico e il polonio.

darionew