Renato Ravanelli: percorso formativo, professionale e ruolo attualmente ricoperto in F2i

Ascolta con webReader

Renato Ravanelli è un manager italiano che, nel corso della sua carriera, ha ricoperto importanti incarichi nel settore energetico ed infrastrutturale.

Renato Ravanelli, CEO di F2i - Fondi Italiani per le Infrastrutture

Renato Ravanelli: percorso professionale e formazione

Conseguita con il massimo dei voti la Laurea in Economia e Commercio presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano, Renato Ravanelli intraprende un ulteriore percorso di studi incentrato sul settore delle assicurazioni e delle utilities, affrontando in particolare le tematiche di carattere regolatorio. La sua carriera professionale ha inizio quando viene chiamato ad assumere il ruolo di macroeconomista e financial analyst all’interno di due importanti istituti finanziari nazionali, dove è inserito all’interno delle sezioni di ricerca economica e merchant banking. Successivamente entra a far parte del Gruppo AEM, dove viene scelto come Responsabile del trading per il settore energia elettrica e gas, arrivando a ricoprire le cariche di CFO e Direttore delle strategie dell’intera azienda. Tra il 2005 e il 2007 collabora con il Gruppo Edison, nuovamente come Chief Financial Officer, ricevendo anche la nomina a Componente Esecutivo del Consiglio di Amministrazione. Nel 2008 lascia l’incarico e passa al Gruppo A2A, una delle maggiori multiutility italiane attiva nei settori ambientale, energia elettrica, gas e reti di distribuzione di vettori energetici, rivestendo gli incarichi di Direttore Generale e Componente Esecutivo del Consiglio di Gestione. Dal 2010 è Componente Indipendente del Comitato Investimenti di Inframed e, dal 2014, Amministratore Delegato di F2i SGR S.p.A.

Le principali attività di F2i SGR S.p.A.

F2i SGR S.p.A., guidata da Renato Ravanelli, è una delle principali Società di Gestione del Risparmio presenti sul territorio italiano, nata nel 2007 ed approvata dalla Banca d’Italia, nello stesso anno la società è stata la protagonista della nascita del maggior fondo di tipo chiuso nel nostro Paese, Fondo Italiano per le Infrastrutture – F2i, che ha segnato, alla fine del 2014, un utile d’esercizio di 110,3 milioni di euro. Dopo il successo ottenuto dal Primo Fondo F2i, che ha quasi interamente investito la sua raccolta iniziale di 1.852 milioni di euro, nel 2012 ne è stato lanciato un secondo (Secondo Fondo F2i) che, attualmente in fase di fund raising, ha già portato a termine importanti operazioni di acquisizione.


Per maggiori informazioni sulla carriera di Renato Ravanelli e sulle attività di F2i, visita il blog ufficiale del manager.

mybookmarkservice